Checkstar24

Chiedi al meccanico di fiducia

Gli indicatori sul cruscotto dell’auto

Pubblicato il 4 June 2014

Attenzione anche alle spie che segnalano eventuali anomalie nel funzionamento dell’auto. Guai a sottovalutarle, meglio rivolgersi subito alla propria officina di fiducia

La dotazione delle macchine moderne è sempre più ricca e votata alla tecnologia, ma anche sempre più sofisticata. Gli accessori cambiano in base al segmento di riferimento e al prezzo dell’auto. Ci sono però degli indicatori standard che bisogna tenere d’occhio sul quadro strumenti di ogni veicolo. Oltre al tachimetro e al contagiri, occhio soprattutto alla temperatura del liquido di raffreddamento del motore. Se sale troppo meglio fermarsi subito. Il rischio di fare danni, bruciando la guarnizione della testata, è molto alto. Attenzione anche alla temperatura dell’olio motore e all’indicatore del livello del carburante nel serbatoio (per non restare a secco). Prima di scendere dalla macchina, non dimenticarsi di spegnere i proiettori anabbaglianti, abbaglianti, le luci di posizione o i fendinebbia. Dopo aver messo in moto, invece, occhio alla spia che indica il freno di stazionamento inserito.

SPIE. Sul cruscotto vengono segnalati pure eventuali malfunzionamenti, attraverso l’accensione delle relative spie: anomalie dell’impianto frenante, dei fari, della batteria (non caricata a sufficienza), del servosterzo e del sistema di antifurto, temperatura eccessiva del liquido nell’impianto di raffreddamento, insufficiente pressione dell’olio motore, cinture di sicurezza non allacciate correttamente, porte aperte, sistema di antislittamento in avaria, airbag non funzionante, problema all’impianto di iniezione. In caso di accensione di una spia (soprattutto se di colore rosso o arancione), comunque, meglio consultare il manuale d’uso e manutenzione del veicolo per capire l’anomalia e rivolgersi alla propria officina di fiducia.

La redazione di Checkstar24