Checkstar24

Chiedi al meccanico di fiducia

Carburanti, alcuni trucchi per tagliare i consumi

trucchi per consumare meno carburante

Pubblicato il 5 August 2014

Bisogna lavorare sullo stile di guida per mettere a segno corposi risparmi. Senza andare per forza più piano. Basta una serie di accorgimenti al volante e i risultati non tarderanno ad arrivare

La febbrile ricerca di sconti e campagne promozionali fa parte ormai della quotidianità degli automobilisti. Pur di spendere meno sul carburante, si fanno salti mortali. Quando va di lusso, significa risparmiare 8-10 centesimi al litro: circa il 5%, che su un pieno diventa una cifra interessante. Ma con uno stile di guida attento e morigerato la percentuale di risparmio può superare il 20%, senza penalizzare le prestazioni e andare più piano. L’obiettivo è l’ottimizzazione: tenere sempre il motore ai giri giusti, valutare il traffico nella sua globalità, sfruttare bene le fasi di rilascio quando ci si avvicina a una rotonda o a un semaforo, “valorizzando” l’energia cinetica dell’auto.

LE MOSSE DA ADOTTARE. Basta seguire una decina di trucchi per spendere meno. Si parte dalla scelta della marcia: sempre meglio passare a quella superiore e mantenerla il più a lungo possibile (a 50 km/h viaggiare in terza o in quarta marcia significa una differenza di consumo di quasi il 20%). Occhio ai giri del motore. Se l’auto è a benzina, è consigliabile tenere l’ago del contagiri tra i 2.000 e i 3.000. Con un diesel, invece, meglio stare un po’ sotto: tra i 1.500 e i 2.000 giri. In pianura, il carico sull’acceleratore deve essere il più costante possibile. In salita, è concesso osare di più, ma senza esagerare, mentre in discesa il pedale va “accarezzato”. Quarto trucco, arrivare in fase di rilascio in prossimità di uno stop, una rotonda o un semaforo, alzando il piede dal gas prima del solito. Per tornare alla velocità di crociera, poi, la cosa migliore è accelerare con vigore per pochi istanti, piuttosto che un filo di gas per molto tempo. Attenzione anche alla pressione delle gomme. Con 0,5 bar in meno rispetto al valore previsto, i consumi possono salire del 3%. Gli pneumatici sgonfi, inoltre, si usurano più velocemente. Per quanto riguarda i bagagli, non bisogna appesantire l’auto con oggetti superflui. Al volante è necessario avere uno sguardo ad ampio raggio, anche in lontananza. Infine, mai riscaldare l’auto da ferma.

La redazione di Checkstar24